Legge sul sovraindebitamento: Mamma separata estingue 148.000 euro di debiti

Una mamma separata con due figli minori, che vive del suo lavoro di operaria senza alcun contributo dall’ex compagno, viene ammessa alla Liquidazione del Patrimonio con provvedimento del Tribunale di Lodi del 5.1.2021.
I suoi debiti, circa 148.000 euro, sono costituiti in buona parte da un mutuo ipotecario per l’acquisto di un piccolo appartamento destinato ad abitazione; il mancato pagamento di questo debito e di altri finanziamenti ha origine dalla separazione, quando la debitrice si trova sola a dover far fronte al mantenimento di sé e dei figli, e non riesce più a pagare le rate dei prestiti contratti quando in famiglia c’erano due entrate.
La casa è stata venduta all’asta in dicembre, ad un piccolo importo (36.000 euro), come spesso accade in questi casi trattandosi della terza asta, ma il ricavato sarà destinato alla procedura. Con tale somma ed euro 150 al mese per la durata di 4 anni la debitrice potrà ottenere la cancellazione di tutti i suoi debiti.
Sono frequenti le situazioni in cui il sovraindebitamento nasce dalla separazione di una coppia, per fortuna in questo caso la signora ha deciso di accedere alla legge n. 3 del 2012, trovando così una soluzione definitiva ai problemi finanziari.

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi